Incontro con il Ministro Stefano Patuanelli

06 luglio 2021 · Tempo di lettura: 2 min
Incontro con Patuanelli

Ieri mattina ho accompagnato il Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli nel suo incontro con le principali associazioni pordenonesi del settore agricolo. Ciascuna rappresentanza si è fatta portatrice di alcune istanze del comparto. Il ministro ha ascoltato e preso appunti. Ho apprezzato la sincerità, il realismo e la precisione delle sue risposte. I rapporti veri fra le persone si costruiscono così.

Nella seconda fase di confronti, organizzata con l’amico Giuseppe Ragogna, abbiamo incontrato diverse aziende agricole d’eccellenza del nostro territorio. Gli imprenditori hanno fatto sentire al ministro Patuanelli la voce di un mondo che lavora con responsabilità ambientale e in silenzio, capace di resistere alle logiche delle grandi catene commerciali e agroalimentari.

Queste imprenditrici e imprenditori (principalmente giovani) hanno chiesto venga ridotta la attuale mole di burocrazia, vera piaga per realtà come le loro, costretti come sono a stare per troppo tempo tra le scartoffie a discapito dei campi.

Il ministro Patuanelli ha ascoltato con grande interesse e attenzione tutti gli interventi, ha risposto con precisione alle principali questioni sottopostegli e ha ribadito un importante impegno per limitare il forte impatto che la burocrazia ha sulle aziende agricole di tutta Italia e del FVG. Anche in questo caso mi è piaciuta la sincerità del Ministro: se c’erano questioni molto particolari che ovviamente non poteva conoscere, si è preso nota del tema impegnandosi a far avere notizie a chi aveva fatto la domanda.

Al Ministro va infine il mio personale ringraziamento per le belle dichiarazioni rilasciate al punto stampa nella sede del MoVimento 5 Stelle, dove ha riconosciuto alle forze politiche della nostra coalizione un percorso virtuoso che ha portato alla mia candidatura a Sindaco e che sta dando buoni risultati.

Galleria

Alcune foto dell'incontro con il Ministro Stefano Patuanelli

Image Image Image Image Image Image Image Image Giuseppe Ragogna ed Stefano Patuanelli